In uno degli scenari naturali e paesaggistici più belli di San Marino i fiori, le piante e le essenze rare di Florea, due giornate (24-25 maggio) dedicate alla natura e alla cultura del verde

Florea, la kermesse “verde” di San Marino arriva alla sua nona edizione e questo fine settimana, sabato 24 e domenica 25 maggio, accoglierà i suoi visitatori in uno scenario floreale straordinario: il roseto che circonda il Santuario del Cuore Immacolato di Maria a Valdragone.

 

Un palcoscenico naturale dove saranno posti gli stand degli oltre 30 floricultori di tutta Italia, pronti da esporre i frutti più belli dei loro vivai. Tra gli altri. Ci saranno le orchidee di Salvatore Colonna, il più famoso e apprezzato degli ibridatori italiani, le piante fiorite di Daniele Chiti, quelle da frutto e di bosco dei vivai dei fratelli Chiti e quanto coltivato dai ragazzi di San Patrignano nelle serre del più grande centro antidroga d’Europa.

 

“Quest’anno le date della manifestazione coincidono con un momento bellissimo, la piana fioritura dei roseti di Valdragone. Così attorno al nostro ulivo gemello plurimillenario, una pianta unica al mondo, la manifestazione troverà una cornice bellissima e assolutamente in linea con quanto proposto dal programma di Florea”, spiega Mara Verbena, organizzatrice e curatrice della rassegna.

 

Infatti, tutti i partecipanti oltre agli stand dove acquistare pianti, fiori, arredi per il giardino, potranno seguire un programma ricco di appuntamenti interessanti e inconsueti.

 

Tra questi è da segnalare al termine della giornata di sabato (ore 19.00) un aperitivo nella nuova sede del Consorzio Vini Tipici di San Marino, occasione per scoprire i grandi vini seguiti dall’enologo Federico Curtaz, e accompagnato da una serie di creazioni dello chef stellato del Ristorante Righi, Luigi Sartini, che presenterà una serie di appetizer creati utilizzando fiori eduli e in particolare fragranti e profumati petali di rosa.

 

Madrina e ospite dell’edizione datazione 2014 A uno delle più importanti scrittrici sul tema della cultura dei fiori Elena Accati.  L’autrice discuterà con il pubblico del suo volume“Il giardino dei fiori perduti”, dedicato all’ottocentesca raccolta di Pomologia dei fratelli Giuseppe e Marcellino Roda, maestri giardinieri e progettisti di parchi e residenze reali, della corte di Carlo Alberto di Savoia. Mentre, Fabio Piccini, illustrerà al pubblico segreti e bellezza delle antiche tecniche di disegno e pittura botanica, nell’incontro, “Disegnare fiori, come recuperare un’arte in via d’estinzione”.

 

“Come ogni anno dobbiamo ringraziare le Istituzioni di San Marino per la loro collaborazione, in particolare le segreterie di Sato al Turismo, all’Ambiente, alla Cultura e l’Ufficio Gestione Risorse Agricole e Ambientali. Grazie anche al loro contributo Florea è diventata un appuntamento tradizionale della primavera sammarinese”, conclude Mara Verbena.

Sono di Mara Verbena e Gabriella Lantero “la fiorista delle star” le decorazioni floreali sul set del nuovo film di Nicole Kidman dedicato alla principessa di Monaco, Grace Kelly

Inaugurerà in anteprima la sessantasettesima edizione del festival di Cannes nella serata di mercoledì e dal giorno successivo (15 maggio) sarà in programmazione nei cinema italiani. È “Grace of Monaco”la pellicola di Olivier Dahan, con Nicole Kidman e Tim Roth, biografia della grande attrice americana diventata dopo il matrimonio con Ranieri di Monaco la più famosa e amata delle principesse monegasche.

In platea ad assistere alla proiezione ci sarà anche Mara Verbena, curatrice di Florea la kermesse sammarinese dedicata a fiori, verde e natura. Infatti, le decorazioni e gli arredi floreali dei set cinematografici, di Palazzo Reale di Genova, dove sono stati ricostruiti gli ambienti della reggia dei principi Ranieri a Montecarlo, sono stati realizzati da Mara Verbena insieme con Gabriella Lantero e Ileana Furloni.

“Gabriella è stata per due anni ospite d’onore di Florea e con lei si è rafforzato un bellissimo rapporto d’amicizia e di collaborazione professionale – spiega Mara Verbena – lei è conosciutissima e apprezzata nel mondo del cinema, della musica, dell’arte. La produzione di “Grace of Monaco”, ha chiamato lei per decorare i set. E lei ha coinvolto anche me in questa straordinaria avventura”.

Gabriella Lantero, per molti anni ha decorato decora con le sue creazioni il Festival di Sanremo e d’estate si dedica alla cura e all’arredo floreale delle barche di VIP e rockstar. Abrahmovic, Ivana Trump, Bono Vox, Sting, Rod Stewart, Hugh Grant, sono tra i suoi clienti. La fiorista ligure ha anche pubblicato, con prefazione di Francesco Guccini, il libro “Floating Flowers”, presentato anche a San Marino durante Florea 2012.

“Abbiamo realizzato delle composizioni utilizzando vasi d’epoca rigidamente anni ‘50 utilizzando gigli, fresie, ranuncoli, rose e roselline, quest’ultime i fiori più amati da Grace Kelly – continua Mara Verbena – e una curiosità che ho raccolto sul set, è che i fiori preferiti dall’attrice australiana Nicole Kidman sono, invece, i crisantemi”.

In questo modo, all’interno di una grande produzione cinematografica internazionale, il budget del film è stato di 30 milioni di dollari, si trova anche un pezzo della cultura floreale e della natura di San Marino. Un’anteprima d’eccezione per la nona edizione di Florea (24 – 25 maggio), anche quest’anno in programmi all’interno di uno dei luoghi più belli della Repubblica della libertà: il parco del Santuario del Cuore Immacolato di Maria a Valdragone.

Stand degli espositori, spazio incontri e dibattiti, zone dedicate a cibi e alimenti naturali saranno immerse tra i prati e gli alberi di uno dei paesaggi più belli della Repubblica della Libertà.

Al centro dell’esposizione l’ulivo gemello plurimillenario, secondo gli studiosi dell’americana International Orticultural Society, responsabili della sua datazione, fu importato in Puglia dagli antichi greci 2400 anni fa e dal 2011 è a dimora nel parco del Santuario di Valdragone.

Torna sulle pendici del Titano (24/25 maggio) la kermesse sammarinese dedicata a piante, fiori e cultura del verde, quest’anno con la partecipazione di Elena Accati e il gemellaggio con “ FlorArte” di Arenzano (Ge)

Florea conferma anche per la sua nona edizione, la location all’interno di uno dei luoghi più belli di San Marino: il parco del Santuario del Cuore Immacolato di Maria a Valdragone. Stand degli espositori, spazio incontri e dibattiti, zone dedicate a cibi e alimenti naturali saranno immerse tra i prati e gli alberi di uno dei paesaggi più belli della Repubblica della Libertà. Al centro dell’esposizione l’ulivo gemello plurimillenario, secondo gli studiosi dell’americana International Orticultural Society, responsabili della sua datazione, fu importato in Puglia dagli antichi greci 2400 anni fa e dal 2011 è a dimora nel parco del Santuario di Valdragone.

 

Ricco il programma destinato ad accompagnare nelle sue due giornate di svolgimento della mostra marcato di piante ed essenze rare, da sempre cuore della manifestazione curata da Mara Verbena di “Fior di Verbena” e Camilla Barducci, “gemellata” questa’anno con la rassegna “FlorArte” di Arenzano (Ge) che da molte edizioni abbina arte a piante e fiori.

Grazie alla collaborazione con l’evento ligure Florea presenterà nella mattina di sabato 24 un’interessante degustazione/confronto tra l’olio del Consorzio Terre di San Marino e quello della “Riviera dei fiori”. A seguire, sempre a cura del Consorzio, alcuni apicoltori mostreranno il procedimento di smielatura, per osservare come i favi di un’arnia vengono svuotati e seguire la prima fase di lavorazione del miele. Spazio, quindi, per un incontro con uno dei più importanti florovivaisti italiani, Salvatore Colonna. Tema, i segreti delle regine dei fiori: le orchidee. “ Valdragone e il miracolo delle Rose”, è invece un racconto tra storia, leggenda e natura, di Angela Venturini sul roseto della Chiesa dei Padri Servi di Maria di Valdragone

 

Chiusura di giornata con aperitivo nella nuova sede del Consorzio Vini Tipici di San Marino. Un’occasione per scoprire i grandi vini seguiti dall’enologo Federico Curtaz, accompagnati da prodotti tipici del territorio e ascoltare il jazz proposta dall’associazione “Allegro Vivo”. In tavola le ricette create con fiori eduli dallo chef “stellato Michelin” del Ristorante Righi, Luigi Sartini.

Il programma di domenica si orienta, invece, sui temi della cultura del verde e della tutela e del recupero ambientale. Fabio Piccini, illustrerà al pubblico segreti e bellezza delle antiche tecniche di disegno e pittura botanica, nell’incontro, “Disegnare fiori, come recuperare un’arte in via d’estinzione”, Aida Morelli con “Il Tavolo olfattivo” guiderà, invece, il pubblico verso le esperienze tattili, gustative e olfattive offerte dalle erbe aromatiche.

 

Spazio anche per il Fondo Ambiente di San Marino (FAS) che illustrerà i lavori di sistemazione e musealizzazione del sito archeologico della “Tanaccia” e gli interventi di conservazione dell’ecosistema naturale, curati dagli architetti Antonella Salvatori e Sandro Pittini.

A chiudere gli spazi di dibattito e conversazione la guest stara dell’edizione 2014 di Florea: la scrittrice Elena Accati con il suo libro “Il giardino dei fiori perduti”. L’autrice, certamente tra le più seguite e apprezzate dagli appassionati di fiori e botanica, discuterà con il pubblico di questo volume dedicato all’ottocentesca raccolta di Pomologia dei fratelli Giuseppe e Marcellino Roda, maestri giardinieri e progettisti di parchi e residenze reali, della corte di Carlo Alberto di Savoia.

Infine, durante i due giorni della manifestazione, gli altari del Santuario del Cuore di Maria Immacolata, saranno decorati da arredi floreali realizzati da Mara Verbena di “Fior di Verbena”, con le orchidee del floricoltore Salvatore Colonna.

Sole e temperatura mite sono le caratteristiche della primavera. Stagione in cui  la natura raggiunge i suoi colori più belli. Nonostante  le cattive previsioni meteo per il fine settimana, sembra quasi diventato un destino, puntualmente smentito dal clima, la giornata d’apertura di Florea si è svolta in una cornice ideale: sole e temperatura primaverile.

Ad aprire la due giorni di mostra mercato di piante ed essenze rare, in programma fino a domani nel Parco del Santuario del Cuore Immacolato di Maria di Valdragone, i Capitani Reggenti della Repubblica di San Marino Antonella Mularoni e Denis Amici. Dopo la cerimonia di taglio del nastro hanno visitato insieme a Mara Verbena, curatrice e organizzatrice della manifestazione, gli oltre 30 stand di florovivaisti di tutta Italia presenti a Florea.

Molte le curiosità in mostra, dai rami di orchidee con 12 fiori di Salvatore colonna, ci vogliono almeno due anni di cure e attenzioni  affinché una pianta diventi così ricca, alle ortensie rampicanti e i girasoli ornamentali dei ragazzi della comunità antidroga di San Patrignano.

Domani di scena la novità dell’ultima ora: due spettacoli del gruppo storico-medioevale “I Fanciulli e la Corte di Olnano” sulla leggenda del “Miracolo delle Rose” di Valdragone, in programma nella mattina e nel pomeriggio.

 

Apre domani (18 maggio) l’ottava edizione di Florea, la più importante manifestazione sammarinese dedicata a fiori, piante e natura.

Tutto è pronto nella nuova location della manifestazione, il Parco del Santuario del Cuore Immacolato di Maria di Valdragone, dove trovano posto gli stand degli oltre 30 florovivaisti italiani protagonisti della manifestazione curata e organizzata da Mara Verbena e Camilla Barducci. Il taglio del nastro, alla presenza di alcuni dei Segretari di Stato della Repubblica del Titano, programma alle ore 11.00 di domani.

 

In mostra fiori e piante di grande bellezza: le rose di Nicola Cavina, le orchidee di Salvatore Colonna, le piante coltivate nelle serre e nei campi della comunità dai ragazzi di San Patrignano e le bougainville di Tamoflor, che presenterà una collezione con oltre 30 varietà di colori diversi. Piante che possono essere coltivate anche in zone con clima freddo. Come spiega il titolare del vivaio: “Basta interrare le piante dentro i loro vasi e in autunno rimuoverlo dalle aiuole, collocarlo in un ambiente chiuso e al riparo dal gelo invernale, per poi ripiantarle in giardino in primavera. Così possono tranquillamente tenerci compagnia anche in città come Milano o Torino”.

Mentre, la novità dell’ultima ora è l’inserimento tra gli eventi della manifestazione due spettacoli del gruppo storico-medioevale “I Fanciulli e la Corte di Olnano” sulla leggenda del “Miracolo delle Rose” di Valdragone, in programma nella mattina e nel pomeriggio di domenica (19 maggio).

Stella di Florea 2013 sarà l’Ulivo Gemello Millenario.  Con i suoi 2400 anni d’età è unico al mondo. E’ una straordinaria e rarissima pianta gemella. Dalla sua radice nascono, infatti, due tronchi distinti, e Con i suoi 2400 anni d’età è unico al mondo e secondo gli studiosi dell’americana International Orticultural Society, responsabili della sua datazione, fu importato in Puglia dagli antichi greci.

A completare il programma della manifestazione, una mostra di sculture e opere floreali in ferro battuto dell’artista Mario Artioli Tavani. Mentre, “Fior di Verbena “per il suo trentesimo anniversario curerà un allestimento con i fiori antichi legati alla liturgia e dedicata a Papa Francesco, a cui collaborerà Daniela Canu, responsabile degli allestimenti floreali della Basilica di San Pietro, durante le ultime festività Pasquali. Spazio anche per la letteratura floreale con la presentazione ufficiale del Libro “Collezioni di Viburni in Italia “ di Enrico Farina e Carla  Dalla Guda a cura di Arturo Croci.

 

Come sempre nutrito il numero di collaborazioni e partnership. La manifestazione si svolge con il patrocinio delle segreterie di Stato di San Marino a Territorio e ambiente, al Turismo, alla Cultura, agli Affari interni e dell’Ufficio gestione territorio. Sostengono l’evento: Erba Vita, Best Western Palace Hotel, Ente Cassa di Faetano, Cassa di Risparmio e Banca di San Marino, Fior di Lavanda, Unosider e Fior di Verbena.

 
 

Tel: Mara - 0549 903608 - Cell: 335/377578 - floreasanmarino@gmail.com
Copyright 2017© FloreaSanMarino.com