Con la premiazione del concorso dedicato al balcone o alla vetrina con gli arredamenti e i decori floreali più belli o curiosi, è terminata oggi nel centro storico di San Marino la 7° edizione di Florea – Mostra mercato di piante ed essenze rare.

 

A essere premiata è stata la gioielleria Klepto, che ha esposto all’interno della sua vetrina una composizione creata con tralci di vite e orchidee, aggiudicandosi così anche il fine settimana per due persone in un centro benessere, offerto dall’agenzia Orienting Viaggi.

 

La giuria formata da Libereso Guglielmi, Gabriella Lantero, dalla Capitana di Castello Teresa Beccari e dalla Segretaria particolare al Turismo e l’ambiente Aida Selva, ha riservato una menzione particolare alla composizione floreale preparata del negozio Elisabeth di Salita La rocca. Il concorso è stato indetto dalla Segreteria di Stato per il Territorio, l’Ambiente e l’Agricoltura di San Marino e dalle organizzatrici di Florea, Mara Verbena e Camilla Barducci.

 

“Questi due ultimi giorni sono stati molto disturbati dal vento e questa mattina alcuni espositori hanno dovuto chiudere i loro stand – ha spiegato in chiusura della tre giorni floreale, Mara Verbena – ma nonostante questo problema il bilancio è come sempre positivo sia per la partecipazione del pubblico che per l’alto livello dei nostri ospiti e degli eventi in programma.

 

Infatti, sono state particolarmente apprezzate le presentazioni di due libri. Il primo di Libereso Guglielmi, “Cucinare il giardino” (edizioni Zem) illustra una serie di ricette dove sono utilizzate erbe spontanee, fiori e piante poco conosciute eppure buonissime una volta giunte sulla nostra tavola. Il secondo “Floating Flowers” (edizioni Ace International) è aperto da una prefazione del cantautore Francesco Guccini ed è un lungo diario di viaggio nel quale Gabriella Lantero racconta il suo lavoro e la sua passione per composizioni e creazioni floreali Un racconto nel quale incontriamo incontri e dialoghi con alcuni dei suoi famosi clienti: da Ivana Trump a Bono Vox, da Rod Stewart a Hugh Grant.

“La natura non è schiava dell’uomo e da nostra madre l’abbiamo fatta diventare nostra matrigna” le riflessioni e le proposte del “giardiniere di Calvino”, Libereso Guglielmi, al centro della seconda giornata di Florea

A Florea arriva il momento della “guest star” dell’edizione 2012 della mostra mercato di piante ed essenze rare, in programma per il 7° anno nel centro storico di San Marino (Cava dei Balestrieri, Giardino dei Liburni). Protagonista della seconda giornata della manifestazione è, infatti, il sanremese Libereso Gugliemi, conosciuto dal grande pubblico come “il giardiniere di Calvino” per il rapporto di amicizia che l’ha legato con il grande scrittore ligure.

 

“Ho conosciuto Italo da ragazzo perché io ero un allievo di suo padre Mario – uno dei più grandi esperti mondiali di botanica del dopoguerra – la passione e l’amore per la natura che accompagna la mia vita sono nati grazie agli insegnamenti e allo straordinario esempio di dedizione e affetto per l’ambiente donatomi dal genitore di Italo”.

 

Guglielmi, ha compiuto proprio ieri durante la sua permanenza a San Marino 85 anni, dopo la sua conferenza/incontro “Inventa il tuo giardino”, ha espresso la sua preoccupazione su l’atteggiamento e i comportamenti delle persone e più in generale della nostra società nei confronti della natura.

 

“Consideriamo l’ambiente che ci circonda una mucca da mungere senza porci alcun limite. Senza renderci conto che così facendo ogni mucca arriva al punto di non avere più latte da offrire al suo contadino. Arriva al punto di rischiare di morire e di lasciarlo senza più latte. Ed è questo il punto cui siamo arrivati nel nostro rapporto con la natura – ha spiegato Guglielmi – da madre l’abbiamo fatta diventare matrigna, senza capire che la natura non può essere schiava dell’uomo e che non possiamo pensare di prendere e basta senza mai offrirle nulla in cambio”.

 

Secondo Guglielmi non ci rediamo conto che le sue risorse non sono infinite e indica nell’educazione dei bambini e dei giovanissimi, la strada per modificare il nostro atteggiamento: “Io ho avuto un maestro straordinario ma se ci avviciniamo ai più piccoli e gli parliamo con un linguaggio comprensibile e li avviciniamo ai fiori, alle piante, al verde e gli facciamo scoprire la loro bellezza, avremo persone con un buon rapporto con la natura e questo dovrebbe essere un compito svolto anche dalla scuola”.

 

E quale sia il suo rapporto con il mondo del verde, lo troviamo nella sua risposta alla domanda quale sia il fiore che preferisce, che gli piace di più. Gugliemi ci pensa solo un attimo: “I fiori sono tutti bellissimi, non c’è ne sono di brutti. Ma un fiore dura poco è destinato ad appassire. Ciò che mi piace di più è un cespuglio d’erba. Una semplice zolla con tutti i suoi semi. Da li nasce il prato. Nasce una nuova vita. Tra l’erba vivranno altre piante, dei fiori, gli insetti. Insomma, non è solo bellezza è qualcosa di più”.

 

E per domani, giornata conclusiva della manifestazione, è in programma la premiazione del concorso “Vetrine e balconi fioriti”, indetto dalla Segreteria di Stato per il Territorio, l’Ambiente e l’Agricoltura di San Marino e dalle organizzatrici di Florea, Mara Verbena e Camilla Barducci. Il concorso è rivolto ai residenti e agli esercizi commerciali del Centro Storico del Castello di San Marino-Città che hanno arredato in questi giorni con piante e addobbi floreali i balconi delle loro case o le vetrine dei loro negozi. Al vincitore un fine settimana per due persone in un centro benessere. Premio offerto dall’agenzia Orienting Viaggi.

 

Presentato da Fondo Ambiente Sammarinese e dalla Segreteria di Stato per il Territorio e l’Ambiente di San Marino il progetto di recupero dell’area archeologica della Tanaccia.

Presentato oggi, durante la prima giornata di Florea, la mostra mercato di piante ed essenze rare in programma da oggi fino a domenica nel centro storico della Repubblica della Libertà (Cava dei Balestrieri, Giardino dei Liburni, dalle 10:00 alle 19:00), il progetto di recupero del più importante sito archeologico del monte Titano: la “Tanaccia”.

Grazie all’intervento della Segreteria di Stato per il Territorio e l’Ambiente e alla collaborazione del Fondo Ambiente San Marino è stata infatti resa agibile al pubblico (visite guidate), la grotta nella quale si trova il più antico luogo di culto e preghiera del territorio Sammarinese.

L’antico “santuario” si trova sul crinale del Titano, in località “Tanaccia” (640 m s.l.m.), dove, ritrovamenti e scavi archeologici condotti dal Museo di Stato della Repubblica di San Marino (anni 1990-1992), hanno permesso di individuare un‘area di preghiera, attiva dalla seconda età del Ferro alla prima età imperiale (V a.C. – inizi II d.C.).Il culto era connesso alla presenza di una profonda fenditura naturale, posta alla base di uno sperone roccioso e di un piccolo pianoro e, dopo un periodo di abbandono, la “Tanaccia” fu nuovamente occupata nel periodo tardo antico e in quello goto (fine V- prima metà VI sec.). Di quel periodo sono i resti che testimoniano l’esistenza di un monasterium connesso alla sepoltura del Santo Marino.

E nelle giornate di domani e di domenica Florea ha inserito quattro visite guidate dagli archeologi del Museo di Stato Paola Bigi e Daniel Pedini (ore 10.30 e 15.30). Un’occasione per conoscere un luogo importante e affascinante della storia di San Marino, e scoprire un’area naturale di grande bellezza, ma poco conosciuta da turisti e da molti sammarinesi.

 

“La nostra manifestazione non è solo una mostra mercato di piante, ma un evento in cui parliamo di natura a 360° gradi. E uno dei temi centrali non può che essere quello del recupero ambientale e della tutela dei reperti storici – spiega Mara Verbena, con Camilla Barducci curatrice e organizzatrice della manifestazione – ed è già in atto uno studio per musealizzare l’area archeologica della “Tanaccia”, al fine di valorizzare un luogo di storia millenaria in Repubblica di San Marino, oggi non adeguatamente segnalato e fruibile”.

Tornando invece a fiori e piante, la curiosità che ha più richiamato l’attenzione dei visitatori di questa giornata inaugurale di Florea, sono state le ortensie rampicanti dei vivai di San Patrignano. Una specie poco diffusa che i 40 ragazzi del settore florovivaistico della comunità coltivano da due anni e che offre caratteristiche inedite in un fiore tra i più diffusi e ammirati nei nostri giardini. Mentre i due ospiti speciali di Florea Libereso Guglielmi, conosciuto dal grande pubblico come “il giardiniere di Italo Calvino” e Gabriella Lantero che da molti anni decora con le sue creazioni il Festival di Sanremo, sono stati protagonisti nel pomeriggio di una puntata di Terrazza Kursaal, il talk show di SM TV.

Apre domani 20 aprile, (ore 10:00) la 7^ edizione di Florea, la mostra mercato di fiori, piante ed essenze rare in programma nel centro storico del monte Titano (Cava dei Balestrieri, Giardino dei Liburni, dalle 10:00 alle 19:00), fino a domenica 22 aprile. Un appuntamento dedicato a tutto quanto è natura e che affronta ogni anno temi quali il rispetto e la tutela dell’ambiente, la cultura del verde e l’importanza del patrimonio paesaggistico, storico e culturale di San Marino.

Ricco il programma della manifestazione. Ospite speciale, sarà il botanico e studioso della natura Libereso Guglielmi, conosciuto dal grande pubblico come “il giardiniere di Italo Calvino”, per la lunga amicizia che l’ha legato allo scrittore sanremese e per avere ispirato con la sua figura alcuni racconti dello scrittore. Guglielmi presenterà una mostra composta di una cinquantina dei suoi acquerelli, curata dal museo “Lele Luzzati” di Genova, terrà una conferenza dal titolo “Inventa il tuo giardino” e curerà i laboratori riservati ai bambini delle scuole elementari.

Mentre a coinvolgere i cittadini di San Marino nella manifestazione, come Ricordano Mara Verbena e Camilla Barducci curatrici e organizzatrici della manifestazione, ci penserà un concorso destinato a premiare, con un weekend per due persone in un centro benessere offerto dall’Agenzia  Orienting Viaggi, la vetrina di un negozio o il balcone di una casa che durante la manifestazione sarà decorato con i fiori e le piante considerate più belle e curiose. Il concorso è organizzato in collaborazione con la Segreteria di Stato per l’ambiente di San Marino.

La curiosità 2012 è rappresentata dalla partecipazione della fiorista Gabriella Lantero. Da molti anni decora con le sue creazioni il Festival di Sanremo e d’estate, invece, si dedica alla cura e all’arredo floreale delle barche di VIP e rockstar. Abrahmovic, Ivana Trump, Bono Vox, Sting, Rod Stewart, Hugh Grant, sono tra i suoi clienti. La fiorista ligure esporrà i suoi bouquet floreali e ne realizzerà di nuovi coinvolgendo il pubblico di Florea e presenterà il suo libro “Floating Flowers”.

Da segnalare anche le rose antiche e moderne e la collezione di ortensie coltivate nelle serre della comunità di San Patrignano. I quaranta ragazzi impegnati in questo settore porteranno a Florea anche il loro fiore più conosciuto, la rosa AMA. Un nuovo ibrido floreale dedicato a Maria Antonietta Muccioli, moglie del fondatore del più grande centro di recupero dalla droga d’Europa, Vincenzo Muccioli.

Il Fondo Ambiente Sammarinese (FAS), affronta invece il tema del rispetto e del recupero ambientale con visite guidate agli scavi archeologici della Tanaccia (età villanoviana/etrusca) accompagnati da archeologi del Museo di Stato di San Marino e la presentazione del progetto di musealizzazione dell’area, curato dalla Segreteria di Stato per il Territorio e l’Ambiente.

La manifestazione è sostenuta, com’è ormai tradizione, dalle più importanti Istituzioni sammarinesi: le Segreterie di Stato alla Cultura, all’Ambiente e al Turismo.

 

Tre giorni di mostra ed eventi (20-21-22 aprile), un concorso per il balcone o la vetrina del centro storico di San Marino decorati con i fiori più belli, la fiorista delle rockstar Gabriella Lantero, il “giardiniere di Calvino”, Libereso Gugliemi, con suoi acquarelli e il progetto di recupero dell’area archeologica della Tanaccia, presentato dal Fondo Ambiente Sammarinese.

Presentata a San Marino, durante una conferenza stampa tenutasi alla Segreteria di Stato per il Territorio e l’Ambiente, l’Agricoltura e i Rapporti con l’A.A.S.P., la 7^ edizione di Florea, la mostra mercato di fiori, piante ed essenze rare in programma nel centro storico del monte Titano (Cava dei Balestrieri, Giardino dei Liburni, dalle 10:00 alle 19:00), dal 20 al 22 aprile. Un appuntamento dedicato a tutto quanto è natura e che affronta ogni anno temi quali il rispetto e la tutela dell’ambiente, la cultura del verde e l’importanza del patrimonio paesaggistico, storico e culturale della Repubblica della Libertà.

 

“Il programma di Florea è sempre più ricco e articolato e suoi contenuti s’inseriscono pienamente nell’attività svolta ogni giorno dalle nostre Istituzioni – ha spiegato il Segretario di Stato per il Territorio, Gian Carlo Venturini, – proprio nei giorni scorsi abbiamo presentato un progetto per la realizzazione di nuovi percorsi ciclopedonali, in parte già realizzati con il recupero dell’ex tracciato ferroviario, da mettere in rete con quelli esistenti nel circondario del Titano e stiamo valutando la possibilità di realizzare un parco transfrontaliero, che unisca e valorizzi paesaggi di frontiera, con i Comuni italiani limitrofi e abbiamo dato il via alla riqualificazione degli arredi urbani del centro storico. Senza dimenticare il recupero dell’area archeologica della Tanaccia, in collaborazione con il Fondo Ambiente Sammarinese”.

Mara Verbena, con Camilla Barducci organizzatrice della manifestazione ha invece rilevato la novità del concorso che premierà, con un weekend per due persone in un centro benessere offerto dall’Agenzia Orienting Viaggi, la vetrina di un negozio o il balcone di una casa che durante la manifestazione sarà decorato con i fiori e le piante considerate più belle e curiose. Concorso organizzato in collaborazione con la Segreteria di Stato per il Territorio e l’Ambiente.

Per Isabella Venturini Segretario Particolare al Turismo e Sport, anch’essa intervenuta alla conferenza stampa, il dato da ricordare è “come Florea si collochi in pieno nell’offerta turistica di San Marino”, una proposta sempre più legata al patrimonio più importante della Repubblica: “La sua storia, la sua cultura e le sue bellezze naturali”.

Ricco come sempre il programma della manifestazione. Ospite speciale di Florea 2012, sarà il botanico e studioso della natura Libereso Guglielmi, conosciuto dal grande pubblico come “il giardiniere di Italo Calvino”, per la lunga amicizia che l’ha legato allo scrittore sanremese e per avere ispirato con la sua figura alcuni racconti dello scrittore. Guglielmi presenterà una mostra composta di una cinquantina dei suoi acquerelli, curata dal museo “Lele Luzzati” di Genova, terrà una conferenza dal titolo “Inventa il tuo giardino” e curerà i laboratori riservati ai bambini delle scuole elementari del Titano i quali potranno imparare i segreti sul disegno dei fiori.

Di scena anche uno speciale laboratorio curato dalle Erboriste Sandra Garzanti e Silvia Zonzini: “Dal cuore della Rosa la nostra bellezza e la nostra salute assaggi e ricette realizzate con i petali della Rosa Repubblica di San Marino”. Un’occasione durante la quale i fiori incontrano la cucina e presentano nuove e curiose ricette per la nostra tavola.

 

La curiosità 2012 è certamente rappresentata dalla partecipazione della fiorista Gabriella Lantero. La Lantero da molti anni decora con le sue creazioni il Festival di Sanremo e d’estate, invece, si dedica alla cura e all’arredo floreale delle barche di VIP e rockstar. Abrahmovic, Ivana Trump, Bono Vox, Sting, Rod Stewart, Hugh Grant, sono tra i suoi clienti. La fiorista ligure esporrà i suoi bouquet floreali e ne realizzerà di nuovi coinvolgendo il pubblico di Florea e presenterà il suo libro “Floating Flowers”.

Il Fondo Ambiente Sammarinese (FAS), porta avanti il tema del rispetto e del recupero ambientale con visite guidate agli scavi archeologici della Tanaccia accompagnati da archeologi del Museo di Stato di San Marino e la presentazione del progetto di musealizzazione dell’area, curato dalla Segreteria di Stato per il Territorio e l’Ambiente con la collaborazione del FAS. Per offrire la possibilità di conoscere gli spazi verdi del monte Titano, sono in programma una “Passeggiata nella natura con il “Nordic Walking” curato dal personal trainer Danilo Ridolfi e una passeggiata nel centro storico curata dall’Associazione Escursionisti Sammarinesi “La Genga.

Naturalmente, al centro della manifestazione rimangono i fiori con la presenza di tanti Florovivaisti fra i più importanti d’Italia i quali porteranno a San Marino antiche e rare varietà di piante, rose, agrumi ornamentali, buganvillee, bonsai, gardenie, bulbi e sementi, camelie antiche e moderne, felci, glicini, orchidee.

Tra questi sono da segnalare le rose antiche e moderne e la collezione di ortensie coltivate nelle serre della comunità di San Patrignano. I quaranta ragazzi impegnati in questo settore porteranno a Florea anche il loro fiore più conosciuto, la rosa AMA. Un nuovo ibrido, creato in collaborazione con Rosen Tantau e Rosa Nova, dedicato a Maria Antonietta Muccioli, moglie del fondatore del più grande centro di recupero dalla droga d’Europa, Vincenzo Muccioli.

La manifestazione è sostenuta, com’è ormai tradizione, dalle più importanti Istituzioni sammarinesi: le Segreterie di Stato alla Cultura, all’Ambiente e al Turismo.

 
 

Tel: Mara - 0549 903608 - Cell: 335/377578 - floreasanmarino@gmail.com
Copyright 2018© FloreaSanMarino.com